Ma tu più non sei


Vorrei tornare a a 2 anni fa alla pubblicazione di "Ma più tu non sei" in L'INDICE DELLE ESISTENZE - VITE IN FRAMMENTI

sia perché sono molto legato a questa poesia che ne ha 24 di anni, sia perché questi ricordi sia che siano vicini o lontani fanno e faranno sempre inevitabilmente parte di noi sin dal primo istante in cui sono entrati ad essere parte di noi.

Per cui:

Ma tu più non sei

qui tra noi più non calpesti

l’usato selciato

più la tua voce

non chiama

a raccolta la prole

più non ascolti il ronzio delle mosche noiose

più di tua rabbia

gioia e dolore

non son partecipi le mute pietre che ancora sono

una sull’altra

immobili impassibili

al tempo e all’usura

strani rumori odo ma solo il silenzio qua regna e nulla più

lo può spezzare

e torna vivo il passato

tutte le immagini

a me passano innanzi

tutto ciò che a comune

è stato con me e tu mi sovvieni

e lei ombre scomparse

lontano nel tempo

ormai distanti e in luoghi diversi

ma nulla più cambia

se tu più non sei.


39 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Di quella strage, un romanzo non romanzo

12 Dicembre 1969, Milano, ore 16:37, Piazza Fontana, la banca dell'Agricoltura ... Ormai è storia, ma ad oggi non c'è mai stato un colpevole che ha davvero pagato per quanto è accaduto in quella banca

FOLLOW ME

  • Facebook Classic
  • Flickr App icona
  • Twitter Classic
  • LinkedIn App Icon
  • Instagram Social Icon